Ultima modifica: 18 dicembre 2015
Istituto Comprensivo Statale Masaccio > Regolamenti > Patto educativo di corresponsabilità

Patto educativo di corresponsabilità

Patto educativo di corresponsabilità

Scuola secondaria di I grado “Masaccio” di San Giovanni Valdarno

  • Visto i P.R. n.249 del 24/6/1998 “Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria” e sue modificazioni ed integrazioni;
  • Visto il D.M. 5843/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”;
  • Visto il M. n.16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione del bullismo”;
  • Visto il M. n.30 del 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti”;
  • Visto il M. n. 139 del 22 agosto 2007 “Regolamento recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzione
  • Visto il D.L. n. 137 del 1° settembre 2008, convertito in legge, con modificazioni, dalla Legge n. 169 del 30 ottobre 2008, recante “Disposizioni urgenti in materia di istruzione e università”;
  • Visto il DPR n. 122 del 22 giugno 2009, “Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni e ulteriori modalità applicative in materia, ai sensi degli articoli 2 e 3 del decreto-legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169”

L’Istituto Comprensivo “Masaccio” di San Giovanni Valdarno, i suoi studenti, i loro genitori o chi ne esercita la potestà sottoscrivono il seguente

Patto educativo di corresponsabilità

L’Istituzione scolastica si impegna a:

  • perseguire la continuità dell’apprendimento e valorizzare le inclinazioni personali degli studenti e delle studentesse, anche attraverso un’adeguata informazione, la possibilità di formulare richieste, di sviluppare temi liberamente scelti e di realizzare iniziative autonome;
  • garantire agli allievi una valutazione trasparente e tempestiva, volta ad attivare un processo di autovalutazione che li conduca a individuare i propri punti di forza e di debolezza e a migliorare il proprio rendimento;
  • organizzare le attività didattiche secondo tempi e modalità che tengono conto dei ritmi di apprendimento e delle esigenze di vita degli allievi;
  • porre progressivamente in essere le condizioni per assicurare: un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona e un servizio educativo-didattico di qualità; offerte formative aggiuntive e integrative; iniziative concrete per il recupero di situazioni di ritardo e di svantaggio nonché per la prevenzione e il recupero della dispersione scolastica;
  • informare adeguatamente i genitori sull’andamento dell’attività didattica dei loro figli;
  • promuovere la pacata espressione delle idee, delle opinioni e delle convinzioni da parte di tutti;
  • promuovere la cortesia nei rapporti interpersonali;
  • promuovere il rispetto della persona umana nella sua globalità morale e fisica;
  • tutelare il diritto dello studente alla riservatezza;
  • garantire l’espressione delle idee, delle opinioni, delle convinzioni di ciascuno;
  • valorizzare le diversità e le specificità delle condizioni di ciascuno (di genere, d’età, di status sociale, di cultura);
  • promuovere la solidarietà;
  • in particolare, per gli studenti stranieri, garantire il rispetto della vita culturale e religiosa della comunità alla quale appartengono; promuovere e favorire iniziative volte all’accoglienza e alla tutela della loro lingua e cultura e alla realizzazione di attività interculturali;
  • vigilare sugli allievi secondo quanto stabilito dalle norme vigenti e dal Regolamento d’Istituto;
  • informare gli allievi sulle decisioni e sulle norme che regolano la vita della scuola;
  • fornire ai genitori informazioni analoghe a quelle del punto precedente;
  • istruire gli allievi sulle procedure di sicurezza;
  • porre progressivamente in essere le condizioni per assicurare: (I) la salubrità e la sicurezza degli ambienti, che debbono essere adeguati a tutti gli allievi, anche con handicap; (II) la disponibilità di un’adeguata strumentazione tecnologica;
  • istruire adeguatamente gli allievi all’uso delle strumentazioni;
  • coinvolgere gli allievi nella cura dell’ambiente

 

Lo studente si impegna a:

  • rispettare gli orari scolastici;
  • frequentare regolarmente le attività didattiche;
  • svolgere regolarmente e con diligenza i compiti a casa;
  • rispettare gli impegni presi;
  • utilizzare le valutazioni dei docenti per individuare i propri punti di forza e di debolezza e per migliorare il proprio rendimento;
  • partecipare attivamente alle attività di recupero degli apprendimenti;
  • esprimere educatamente le proprie idee, opinioni, convinzioni;
  • rivolgersi cortesemente ai compagni e agli adulti;
  • curare il decoro della persona anche con un abbigliamento adeguato;
  • rispettare l’incolumità fisica altrui;
  • rispettare la riservatezza altrui;
  • non effettuare, con nessun mezzo, registrazioni audio e video dei compagni né del personale scolastico;
  • rispettare i beni altrui;
  • rispettare l’espressione delle idee, delle opinioni, delle convinzioni altrui;
  • trattare con rispetto le diversità e le specificità delle condizioni personali altrui (di genere, d’età, di status sociale, di cultura);
  • contribuire alla realizzazione dell’interscambio fra le diversità presenti nella scuola;
  • non arrecare disturbo al regolare svolgimento delle lezioni, degli intervalli, della mensa;
  • rispettare il regolamento per l’uso dei telefoni cellulari e i dispositivi mobili;
  • non uscire dall’aula nei cambi di ora fra docenti;
  • non allontanarsi dal campo visivo degli insegnanti durante tutto il tempo-scuola;
  • non compiere azioni rischiose per la propria e altrui incolumità;
  • partecipare alle prove d’evacuazione in modo diligente e responsabile;
  • usare gli spazi e le strutture comuni, gli apparecchi e i sussidi dell’Istituto secondo le istruzioni ricevute dal personale docente e ausiliario;
  • non danneggiare le strutture, gli arredi, gli apparecchi e i sussidi dell’Istituto;
  • lasciare l’aula in ordine al termine delle

 

La famiglia si impegna a:

  • limitare le entrate e le uscite fuori orario dei propri figli;
  • giustificare tempestivamente e regolarmente le assenze dei figli con le modalità richieste dalla scuola;
  • controllare regolarmente, in particolare sul sito internet dell’Istituto, l’eventuale invio di comunicazioni da parte della Scuola;
  • seguire e sostenere lo svolgimento delle attività didattiche dei propri figli;
  • controllare lo svolgimento dei compiti a casa;
  • rispettare le norme stabilite dalla Scuola per l’entrata e l’uscita degli studenti;
  • educare i propri figli a rispettare, nel presente Patto Educativo, le norme che li riguardano.